In collaborazione con: Francesca Privitera

MUST HAVE

Il segno, come traccia che indica il percorso, diventa elemento necessario a valorizzarne l’esperienza.
Un Must have  (termine preso in prestito dal mondo della moda) che sovverte il perchè
qualcosa possa essere considerata necessaria. Così una ferita diventa una storia da mostrare,,
una possibilità di misura e conoscenza oltre la patina della fatua perfezione;
al fine di innescare un’eco sociale che ne faccia motivo di risonanza.
In questo senso e in un gioco di matriosche concettuali, una cicatrice diventa
gioiello da indossare ed essa stessa, simbolo in cornice.